Doc Dog Therapy

Educare i bambini e genitori al riconoscimento del comportamento dei cani

Avvicinamento ludico/informativo ai cani addestrati agli Interventi Assistititi con coinvolgimento tattile ed emozionale per agevolare e/o migliorare il rapporto tra paziente e personale sanitario.

1. La Doc Dog Therapy una disciplina non terapeutica di supporto

2. ha lo scopo di favorire uno scambio comunicativo, relazionale, emotivo tra l'utente e l'operatore sanitario o sociale

3. l'animale d'elezione è il cane

4. il conduttore del cane deve essere persona qualificata ad assicurare la gestione e il benessere dell'animale impegnato nel setting

5. la disciplina si distingue in attività assistite e in interventi assistiti, la prima ha scopi ricreativi, la seconda è di supporto ad interventi anche terapeutici mirati

6. l'equipe multidisciplinare è alla base dell'attività di Doc Dog Therapy

7. REFERENTE E RESPONSABILE DI PROGETTO, CONDUTTORE DEL CANE, UN OPERATORE DI SUPPORTO AL CONDUTTORE CHE CONOSCE L'UTENTE, IL VETERINARIO sono in relazione e stilano un piano di intervento mirato sull'utente

8. la Doc Dog Therapy deve avere un piano progettuale, una verifica in opera e una restituzione alla fine dell'intervento.

9. ogni intervento con il cane dovrebbe durare in media 30/45 minuti, nonostante ci siano cani in grado di sopportare il setting anche per un'ora.

10. i cani devono essere di ottima indole, socializzati e adulti

11. il conduttore deve essere formato da una scuola apposita e il suo interesse primario è il cane e il suo benessere

12. la Doc Dog Therapy non è una attività ricreativa, bensì richiede grande preparazione e professionalità.

Periodo di svolgimento

Tutto l’anno

Giornate e orari di svolgimento

Domenica mattina – indicativamente dalle 10 alle 11.30

Modalità di svolgimento delle attività

Attività individuale

Attività di gruppo

Attività già avviata / in corso

Altri soggetti proponenti

Associazione Max Vismara ASD

Partner istituzionali e/o privati

Mosaico, Lions Club Ravenna Romagna Padusa, Donazioni private

Soggetti destinatari

Disabilità psichiatrica

Disabilità fisica

Disabilità neuromotoria

Disabilità sensoriale

Disabilità intellettiva

Disturbi dello spettro autistico

Disabilità complesse

Fasce d’età dei soggetti coinvolti

0-6

6-14

14-18

Attività inclusiva e/o integrata

SiNo

La persona con disabilità può essere inclusa in un gruppo di pari età?

SiNo

Altre Informazioni

È prevista una quota di partecipazione a carico dell’utente?

SiNo

Operatori Impiegati

Qualifiche degli operatori coinvolti nello svolgimento delle attività
Addestratori cinofili Infermieri Primario del reparto pediatria Psicologa AUSL
È prevista una figura competente per la valutazione della richiesta di frequenza e per fornire il sostegno allineato al bisogno rilevato?

SiNo

E’ prevista la valutazione da parte dei dottori presenti all’interno dell’equipe.

La persona con disabilità può godere di un percorso specifico individuale se necessario e/o richiesto?

SiNo

La persona con disabilità può godere di un percorso specifico individuale se necessario, richiesto anticipatamente dal genitore al personale del reparto di pediatria.

  • NETWORK SOCIALE

  • Perchè l'opportunità fa la differenza.
  • Contattaci
Il progetto è finanziato con Delibera 699 del 14/05/2018 emessa dalla Regione Emilia-Romagna che ha previsto l’approvazione di finanziamenti per il sostegno di progetti di rilevanza locale, promossi da organizzazioni di volontariato (ODV) o associazioni di promozione sociale (APS), in base all’Accordo di programma sottoscritto tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e la Regione Emilia-Romagna in data 27/12/2017, ai sensi degli articoli 72 e 73 del D.Lgs. n. 117/2017, Codice del Terzo settore. Gli obiettivi generali del bando riguardano la promozione della salute e del benessere, un’educazione di qualità, equa e inclusiva, e garantire pari opportunità.